Hip Hop e Video Dance

HIP HOP
Hip Hop non è una semplice combinazione di passi, ma energia allo stato puro. Hip Hop è avere stile, è forza, è lasciarsi dominare dalla musica in qualsiasi occasione.

E’ una disciplina che nasce nel quartiere di New York negli anni Novanta dello scorso secolo. Racchiude in sé diversi stili già precedentemente esistenti, tra i quali: Locking, Popping, Breakdance.
Locking: abbina a movimenti veloci delle braccia, movimenti fluidi delle gambe. Esprime allegria ed esuberanza grazie anche all’abbigliamento stravagante indossato dal Locker (calzettoni a righe e cappelli vistosi).
Popping: prevede una rapida contrazione e un successivo rilassamento dei muscoli che causano una sorta di scatto nel corpo del ballerino.
Breakdance: strettamente legato ad un omonimo vero e proprio stile di vita, il termine b-boy nasce per identificare i giovani che ballano scendendo “a terra” nelle feste di strada degli anni Settanta.

VIDEO DANCE
La Video Dance nasce da ballerini che, iniziando a ballare per strada, fecero in modo che Jazz, Hip Hop, Modern e altre correnti di ballo si fondessero per dare origine a questo stile. Video include tutto ciò che rende perfetta la scena su un palco (vestiti, trucco, espressione, atteggiamenti); Dance include tutto ciò che è movimento.

La Video Dance si sviluppa proprio con l’uscita dei primi videoclip musicali facendo diventare il pubblico non solo ascoltatore, ma anche spettatore. Il corso che Accademia Danza propone offre l’occasione di personalizzare e reinterpretare passi e coreografie delle più famose hit di tutti i tempi e del momento, dando sfogo alla fantasia. Docente Umberto Soldà, ballerino, coreografo e film-maker che ha lavorato per anni con Canale 5 e con artisti internazionali del calibro di Ricky Martin e YU YU